Follow me:

    Leggere ad alta voce ai bambini: la mia prima volta

    Questo è il posto dove vi racconto come è andata la mia prima esperienza di lettura ad alta voce per un gruppo di bambini.

    Cosa ho imparato, cosa devo ancora imparare ma soprattutto cosa ha significato per me.

    In occasione della giornata internazionale dedicata alla lingua madre, ieri mi sono offerta volontaria per leggere ad alta voce ai bambini che frequentano la scuola materna di mia figlia.

    Ero agitata ed emozionata, ho scelto con cura i libri da portare, anche se l’ultima parola l’ha avuta ovviamente mia figlia, la diretta interessata.

    Non sapevo cosa aspettarmi, non sapevo come sarebbe andata ma avevo tanta voglia di scoprirlo.

    Mi sono ritrovata nella biblioteca scolastica con altre 3 mamme che avrebbero letto le loro storie rispettivamente in albanese, rumeno e portoghese, inizialmente ci siamo guardate  un po’ disorientate, aspettavamo istruzioni dalle maestre..

    e invece così all’improvviso è entrato il primo gruppo di bambini!

    Eccoci! 4 mamme lettrici allo sbaraglio, pronte a leggere ad alta voce ai bambini ma con un po’ di timore

    Leggere ad alta voce ai bambini, alcune cose che ho imparato

    La prima lettura ad alta voce: il sole con il singhiozzo

    Al primo gruppo di bambini ho voluto leggere il sole con il singhiozzo (qui trovate  la mia recensione), un testo non troppo lungo, che si presta ad una bella interpretazione dei personaggi..veicola un bel messaggio ma soprattutto è poco conosciuto.

    Ci tenevo a stupire il mio giovane pubblico ed ero carica di entusiasmo. La lettura è andata bene, ho interpretato i personaggi  proprio come facevo a casa…ma dentro di me sentivo che mancava qualcosa.

    La seconda lettura ad alta voce: prosciutto e uova verdi

    Ai bambini della sezione di mia figlia ho letto “Prosciutto e Uova Verdi” in onore di Aurora che mi guardava piena di orgoglio, l’aveva scelto e voluto lei per questa occasione.

    Si tratta di un classico del Dr. Seuss, davo per scontato che i bambini lo conoscessero, mi sono dovuta ricredere, molti bambini non l’avevano mai sentito nominare.

    Ci siamo divertiti molto con le rime e l’interpretazione dei personaggi e alla fine ho chiesto a tutti loro di prendere una forchetta per assaggiare insieme al protagonista le uova verdi… il trucco ha funzionato e ho capito di essere sulla strada giusta.

    Continue reading…

    Share