Follow me:

Il Giardiniere dei Sogni, Sassi Junior

Questo è il posto dove vi parlo dell’albo illustrato “Il giardiniere dei sogni” edito da Sassi Junior scritto da Claudio Gobbetti e splendidamente illustrato da Diyana Nikolova

Ho scelto questo libro durante le mie incursioni in libreria, non ne avevo mai sentito parlare, non ne sapevo nulla. 

Come spesso accade mi sono lasciata guidare dall’istinto.. il titolo e l’immagine in copertina mi sembravano una buona premessa e ho deciso di sfogliarlo. 

 “ Questa è la storia di tutte le storie… ed inizia fuori del mondo, in una terra con un nome che a volte suona bene ma che nessuno conosce…”

È bastano l’incipit unito alle meravigliose illustrazioni color pastello che sottolineano la poesia del testo a rapirmi fin dalla prima pagina…

Sfogliando le pagine ho fatto conoscenza con un’amabile omino: vive in una casetta e ha una vecchia macchina da scrivere sulla quale scrive assiduamente fino a consumare i tasti.

Quando finisce di scrivere, l’omino prende la pagina e si avventura verso la terra che nessuno conosce…alla ricerca del posto perfetto.

Il posto perfetto per poter “seminare” la sua storia, il posto perfetto per prendersene cura.

Il posto perfetto per vederla crescere.

Da una semplice pagina prende vita un albero bellissimo dalla chioma foltissima

“ le sue foglie erano pagine, scritte fitte fitte. Pagine che lasciavano rotolare fuori senza badarci tanto, i protagonisti delle loro storie. Si accartocciavano e si piegavano in continuazione, per dare via a creature troppo belle per essere vere…”

I fogli sono maturi e l’omino li taglia, li porta a casa e per fare “andare d’accordo” le pagine tra di loro li rilega in tanti libri.

“ Dopo diversi chilometri di filo l’omino decise che era giunto il momento di liberare i suoi libri..

Aprì la finestra e dopo qualche istante i volumi spiccarano il volo uno dopo l’altro, inseguendo la loro necessità di sentirsi altrove, come uccelli in ritardo per migrare..”

E qui mi fermo perché non voglio raccontarvi tutta la storia..

Si tratta di una storia che va scoperta, gustata, pagina per pagina…godendo della sorpresa e della meraviglia creata dal testo e dalle illustrazioni.

Il Giardiniere dei sogni: una dichiarazione d’amore alla lettura

Il giardiniere dei sogni è una vera e propria dedica illustrata alle prime pagine della vita per ogni amante dei libri.

In questo libro troviamo “la storia delle storie”, una storia piena di fantasia e di magia che fa riflettere ogni lettore sul proprio amore per i libri e la lettura.

  • Da dove vengono le storie?
  • Come nascono?
  • Come finiscono nei libri?
  • Chi si occupa di loro?

Come tutte le cose che amiamo le storie vanno seminate, accudite, coltivate…con pazienza e dedizione per poter essere diffuse e trascritte nei libri che tanto amiamo.

Ci vuole impegno e dedizione per far crescere una storia.

Le storie e i libri sono come farfalle e uccelli, sempre in movimento nello spazio e nel tempo. 

Le storie devono prendere il volo, devono viaggiare, oltrepassare mari monti e deserti fino a trovare qualcuno che le leggerà riportandole nuovamente in vita.

Anche quando sono fermi e rigidi su uno scaffale i libri pulsano di vita.

Aspettano solo di essere scelti, aspettano le mani  trepidanti, emozionate o incerte del prossimo lettore..

Ogni volta che le leggiamo, le storie, ci restituiscono la loro magia e piantano un seme della fantasia dentro di noi.

Un po’ come è successo a me quando ho scelto questo libro per bambini che ha messo un piccolo seme nel mio cuore.

 

Lo leggerò sicuramente alle mie bimbe, magari l’anno prossimo (a mio parere si tratta di un libro adatto alla fascia 5/6 anni )e mi ripropongo di studiare con maggiore attenzione il catalogo della casa editrice (Sassi junior) che conoscevo per i suoi ottimi libri/giochi di divulgazione  ma che evidentemente sta lavorando su nuove proposte di albi illustrati per bambini, regalandoci albi preziosi come questo.

A questo link trovate il loro catalogo, io ho messo gli occhi su “L’emporio delle storie” e “La Voce del Mare” e soprattutto sull’ultimo lavoro degli autori del Giardiniere dei sogni: “Teniamoci stretti“.

E voi quale libro scegliereste?

 

 

Share
Previous Post

You may also like